per una giusta visualizzazione di queste pagine si sconsiglia l'utilizzo dei dispositivi mobili

9 dicembre 2015

SEMPREPRESENTESENTENDO

DI

PAURA

SEMPRESENTENDOquelbisognodi

T

AURA

12 dicembre 2015

13 dicembre 2015

14 dicembre 2015

TUTTO

si può cambiare

in LUTTO o in TETTO e il LUTTO in LETTO

e il TETTO in TATTO, il LETTO in PETTO,

il TATTO in TASTO, il PETTO in SETTO

e il TASTO in TESTO, in TESTA l'INSETTO

io SENTO da SETTO e TESTA in CESTA

e CESTA INFESTA l'INSETTO

che in TESTA lui RESTA, SOTTO, da SETTO,

e METTO, se RESTA, in RESTO

MENTO da METTO con RESTA in RETTA

se MENTO in VENTO e RETTA la ROTTA

mi PENTO di VENTO e RETTO, da RETTA,

DIVENTO se PENDO da RETTO son ROTTO

in CENTO col BOTTO di ROTTO

e CERTO di CENTO, BATTO sul FATTO

son CERTO in CORTO del FATTO un FASTO

e CONTO, da CORTO, INFARTO da FASTO

se CONTO in TORTO e TORTO in TONDO

il FASTO in CASTO se MONDO, da TONDO,

un PASTO, un PESTO, un GESTO

in FONDO ROTONDO è il MONDO

e TUTTO il RESTO

in TESTO da LUTTO

...ma nulla      cambia         SE LO VUOI

T

22 dicembre 2015

23 dicembre 2015

24 dicembre 2015

26 dicembre 2015

T

oggi è

nata le-

.

auguri

CAMBIO? cambio!

TRASMUTO

TRASFUSO

E

CONFUSO

Lui si guardò allo specchio, alzò le braccia e fece no-no con la testa guardandosi prima un orecchio e poi l’altro, evitando di ruotare il corpo. Ritto su due piedi, cariatido con le braccia alzate, perpendicolare al pavimento restò fermo a guardarsi negli occhi, si sforzò e si sforzò ancora per non abbassarli, attendendo qualche istante prima di guardare giù, in basso ma non di tanto.

Le bende erano state tolte un minuto prima da uno imbavagliato di verde che lo invitò ad alzarsi dal letto e rivolgersi allo specchio. E Lui allo specchio si rivolse dopo aver lentamente fatto scivolare i piedi nelle ciabatte imbellettate di viola… toccò la prima con l’alluce facendola roteare un po’ per infilarsi e poi nell’altra, dopo averla cercata con la prima, scostandola da sotto il letto, il tutto con lo sguardo rivolto di trequarti allo specchio. Lo specchio, scopo del suo alzarsi, era lì a trepassi e lui si alzò lasciando scivolare a terra il camice e in trepassi gli si pose davanti, nudo.

Lui era nudo, di un nudo vero, svelato, senza pose, nudo, privo, primo. Era il suo primo privo nuovo nudo, Lui era nudo, con le braccia alzate a fare no-no con la testa evitando di ruotare il busto.

Un attimo di pensieri che deviarono in ricordi e abbassò lo sguardo per non vedere più nulla pendere tra le gambe. Lei era felice. Lei era Lei.

I RICORDI DEI TUOI PENSIERI?

lui

lei

E QUELLI SINCERI?

SEMBRA IERI

 

quando ci

guardavamo negli occhi,

una difronte all'altro, e sotto i nostri piedi,

ai tuoi per me e ai miei per te, lunga, distesa, esplicita, a frenare il nostro impulso

e restammo fermi ad osservarci nei riflessi intermittenti di centinaia di finestrini mentre un suono stridente ammutoliva i nostri pensieri.

RICORDI?

Partimmo, poi, per mete contrapposte.

VERSARE

Vietato

lacrime di nostalgia

lacrime di nostalgia

omalinconicheSTILLE           di

CONTEMPLATESTELLE

27 dicembre 2015

comete, accodate in una perenne fuga

28 dicembre 2015

simboli religiosi ... la croce cristiana manca perché già presente all'interno della pagina web

CON ALTRI

INSIEME

SEMPRE

SORRY

osiamo insieme

29 dicembre 2015

o sTiamo insieme

CHE,

"traparentesi", sono ancora in viaggio.      SI,RIArmonizziamoci

30 dicembre 2015

L'ANNO STA FINENDO

E ABBIAMO

ALTRO A CUI PENSARE!

RIARMIAMOCI

dissero i capi dei capi

sorvolando su un acceso

ON e fastidiosi IZZI.

RIAMIAMOCI

risposero in pochi

sganciandosi da una erratica ERRE.

31 dicembre 2015

2O16

per quest'anno il tempo è scaduto

SE DICI

qualcosa

ORA

sarà per il

DUEMILASEDICIqualcosaorasaràperilDUEMILASEDICIqualcosa

orasaràperilDUEMILASEDICIqualcosaorasaràperilDUEMILASEDICI

qualcosaorasaràperilDUEMILASEDICIqualcosaorasaràperilDUEMILA

SE DICI qualcosa ora sarà per il DUEMILASEDICI

AUGURI